Separatore
Genitori Efficaci
Persone Efficaci
Insegnanti Efficaci
Giovani Efficaci
“Sportello di Ascolto”
Separatore
Separatore
I Diritti assertivi
Utilizzare L'ascolto empatico
I sette predittoti del divorzio
I dieci comandamenti
Il Potere
Adolescenza
Assumersi le proprie responsabilità
Comprendere la natura del Comportamento
Principi per le mie relazioni sociali
Il bambino sopraffatto e il Masochismo
Le Fobie
Il Biasimo
L'Educazione Sentimentale a scuola
I Pericoli della TV
Il Bullismo
Io sono Eva
   
 
Cara Antonella Conoscerti per me è stato un gran piacere. Mi ha molto colpito la tua ironia e la tua filosofìa di vita. Il tuo modo di essere e la tua vitalità infondono energie negli altri, predispongono alla condivisione, all'apertura e al contatto umano. Mi fa piacere che leggerai i miei tré articoli che ti invio e spero che mi farai conoscere le tue riflessioni. Non mi aspetto una risposta appropriata ma soltanto le tue sensazioni e i tuoi pensieri. Credo sia questo un buon modo per approfondire la nostra conoscenza. Il mestiere di genitore in una società sempre più complessa come la nostra, come tu dici ci mette a dura prova, perché, a mio parere, mette a nudo le nostre debolezze e i nostri problemi ' emotivi irrisolti, ma ci fa anche crescere e ci completa come esseri umani, se sappiamo avere pazienza, ascoltare, rispettare e confrontarci al momento opportuno, con il partner e con i figli. Ti confesso che mi sto ancora riposando, leggendo e studiando i casi che ho in terapia e ogni tanto mi vado a tuffare nello splendido mare della penisola sorrentina in attesa di riprendere l'attività nel mese di settembre. Spero che Sandro al più presto risolverà i suoi problemi fisici e poi se vorrà, potrò essere il suo psicoterapeuta. Non ti nascondo che mi piacerebbe lavorare come psicoterapeuta a Vicenza ma come tu dici, le paure e i pregiudizi latenti ma non espressi, sono duri a morire, sono ostacoli a volte insormontabili per poter decidere un eventuale trasferimento o l'apertura di uno studio. Il mio ottimismo, come sempre, mi fa correre troppo, occorre dare tempo al tempo Intanto godiamoci la nostra amicizia. Un caro saluto ad Alessandro, a Luisa e a] tuo figliolo che ho sentito per telefono. A risentirci presto.
Google