Separatore
Genitori Efficaci
Persone Efficaci
Insegnanti Efficaci
Giovani Efficaci
“Sportello di Ascolto”
Separatore
Separatore
I Diritti assertivi
Utilizzare L'ascolto empatico
I sette predittoti del divorzio
I dieci comandamenti
Il Potere
Adolescenza
Assumersi le proprie responsabilità
Comprendere la natura del Comportamento
Principi per le mie relazioni sociali
Il bambino sopraffatto e il Masochismo
Le Fobie
Il Biasimo
L'Educazione Sentimentale a scuola
I Pericoli della TV
Il Bullismo
Io sono Eva
   
 

PROGETTO
“SPORTELLO DI ASCOLTO”

 PREMESSA
Quando ascolto veramente una persona ed i significati che sono importanti per essa in quel momento, porgendo la mia attenzione non solo alle parole, ma a tutta quanta la persona, e quando le faccio capire che ho ascoltato i suoi significati privati e personali, allora accadono diverse cose. In primo luogo si nota uno sguardo pieno di gratitudine. L’altro si sente più rilassato, e ora vuole dirmi molte più cose del suo mondo. Sente un nuovo senso di libertà. Diventa più disponibile verso il processo di cambiamento.
Quasi sempre, allorchè la persona sente di essere stata profondamente ascoltata, i suoi occhi si inumidiscono. Penso che essa stia piangendo di gioia. E’ come se stesse dicendo: “ Grazie a Dio, qualcuno mi ha ascoltato. Qualcuno capisce cosa mi sta accadendo”.
In momenti simili mi è venuta talvolta la fantasia di un prigioniero che si trova in una cella sotterranea e che giorno dopo giorno trasmette con piccoli colpi il seguente messaggio in alfabeto Morse: “ Qualcuno mi sente ? C’è qualcuno ?. Finalmente un giorno ode alcuni deboli colpi che dicono: “ Si “. Con questa semplice risposta egli è sollevato dalla sua solitudine; è diventato nuovamente un essere umano. Ci sono molte persone che oggi vivono in celle private, persone che non lo lasciano trasparire in alcun modo all’esterno, persone che vanno ascoltate con acuta attenzione per udire i messaggi che provengono dalla loro cella.
Di qui la necessità di istituire un laboratorio di ascolto.

 FINALITA’ E OBIETTIVO GENERALE

Visto che nel C.C.N.L. è prevista un’azione di counseling per gli alunni, il Dr. Francesco Balzano, psicologo;

PROPONE

Uno SPORTELLO di ASCOLTO e COUNSELING per alunni, genitori ed insegnanti al fine di:

1) facilitare processi di comunicazione tra alunni-alunni, docenti-alunni, docenti-genitori, genitori alunni.
2) Favorire i rapporti interpersonali e professionali tra i vari docenti.
3) Sostenere gli alunni più deboli
4) Creare le condizioni per una corretta e motivante frequenza scolastica.
5) Favorire l’autostima.
6) Favorire la convivenza democratica tra alunni, genitori, e docenti.

 DESTINATARI
I ragazzi, i genitori ed i docenti della scuola, in particolare i ragazzi difficili che presentano problematiche più chiaramente psicologiche.

 DESCRIZIONE DEL PROGETTO
Il presente progetto prevede l’allestimento di uno spazio-sportello all’interno della scuola nel quale lo psicologo riceverà gli alunni, i genitori ed i docenti che hanno bisogno di consulenza psicologica.
Lo sportello sarà aperto tutti i ……………. dalle ore 10 alle 12.

 VERIFICA e ANALISI DEI RISULTATI
Per la buona riuscita del progetto si ritiene opportuna la presenza di un insegnante interno che abbia avuto già esperienze pregresse. Alla fine del progetto sarà compilata una relazione del lavoro svolto e i risultati raggiunti.

 COSTO ECONOMICO DEL PROGETTO

_____ incontri X 2 ore = ____ 0re di consulenza X 50 euro



Lo Psicologo
Dr. Francesco Balzano

Google